Domande e dubbi sull'omeopatia. Cure omeopatiche.
21807
page,page-id-21807,page-child,parent-pageid-21783,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-1.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive
omeopatia

DOMANDE E RISPOSTE

Le domande più frequenti sull’omeopatia

Sfiora i punti interrogativi e potrai leggere le risposte alle domande sull’omeopatia.

Cos'è la dinamizzazione del rimedio omeopatico?

Dinamizzare significa “sbattere” la fiala contente la sostanza, immersa in acqua e alcool, nel verso della forza di gravità e contro una superficie dura per alcune volte, in base alle diverse diluizioni. Per semplificare diciamo che questa operazione serve per imprimere al rimedio un’energia che non ci sarebbe con la semplice diluizione.

L'omeopatia fa dimagrire?

No, l’omeopatia non è una scienza medica magica. Il dimagrimento lo si ottiene con una giusta alimentazione ed un corretto stile di vita. Se però l’aumento di peso è dovuto a squilibri ormonali o malfunzionamento della tiroide assunzione di un rimedio corretto può aiutare la perdita di peso.

L'omeopatia è lenta?

No, se il rimedio è stato scelto correttamente i tempi sono rapidi. Ovviamente sempre in riferimento alla patologia sottostante, per un raffreddore avremo tempi molto brevi misurabili in ore per una depressione che ha avuto modo di manifestarsi per diversi anni i tempi di remissione saranno di maggiori in termini di mesi.