Terapie omeopatiche a Milano
21803
page,page-id-21803,page-child,parent-pageid-21783,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-1.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive
omeopatia

IL PERCORSO TERAPEUTICO OMEOPATICO

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????Il percorso delle cure omeopatiche

Il percorso terapeutico omeopatico consiste in una prima visita, utile per conoscere il paziente e determinare il rimedio da prescrivere e in successivi appuntamenti di controllo, durante i quali si definisce il successo della cura o si interviene con rimedi ulteriori.

Come si svolge la prima visita omeopatica?

La prima visita omeopatica di solito dura dall’ora e mezza alle due ore.
In questo tempo il paziente espone il motivo della visita e tutte le problematiche che lo disturbano.
Finita questa parte io approfondisco chiedendo ulteriori chiarimenti circa le problematiche esposte e per finire pongo ulteriori domande che riguardano, per esempio, patologie del passato, familiarità per determinate malattie, qualità del sonno, avversioni alimentari.
Queste indagini mi servono per avere un quadro quanto più possibile completo della persona e per poter giungere all’identificazione del rimedio corretto.
Visito poi il paziente come in una normale visita medica appunto eventuali segni obiettivi (es. dermatiti, discolorazioni cutanee, colore delle lingua) per verificarli anche alla visita di controllo.
Controllo anche l’eventuale documentazione presente, come esami del sangue, ecografie, radiografie.
Al termine della visita il rielaboro il tutto, ed entro 24 ore, comunico la terapia da seguire con una e-mail o con una ricetta bianca che il paziente deve ritirare presso lo studio nei giorni di visita.

Come si svolgono le visite di controllo?

Di solito nei disturbi di tipo cronico il controllo viene fissato a 40 giorni dopo l’assunzione del rimedio omeopatico.
Se necessario la visita può essere anticipata su richiesta del paziente.

Al controllo si stabilisce se il rimedio scelto ha dato benefici e si decide circa l’eventuale continuazione della terapia.